Robert Wiene


Il gabinetto del Dottor Caligari

1920, Germania

Durata: 78′

Il gabinetto del dottor Caligari (Das Cabinet des Dr. Caligari) è un film muto del 1920 diretto da Robert Wiene.

L’opera è considerata il simbolo del cinema espressionista tedesco. Gioca moltissimo con il tema del doppio e della difficile distinzione tra allucinazione e realtà, aiutato da una scenografia allucinante caratterizzata da forme zigzaganti.

Il film inizia con uno dei personaggi, Francis, che racconta in flashback una storia sinistra a un interlocutore, un vecchio seduto di fianco a lui: il flashback ritorna al 1830, nel piccolo paese di Holstenwall in Germania, in cui un signore poco raccomandabile, di nome Caligari, giunge alla fiera del paese per presentare il suo sonnambulo, Cesare, che tiene sotto ipnosi in una cassa da morto. Il dottor Caligari sostiene che il sonnambulo, una volta svegliato, sia in grado di predire il futuro. Con il suo arrivo nel paese, cominciano a verificarsi delle morti sospette.

Il film si conclude con la scena in cui il direttore del manicomio afferma che saprà come trattare Franz ora che è emersa la ragione del suo stato demenziale, quindi sogghigna in modo sinistro alla macchina da presa.

IMDB: 8,1/10
MyMovies: 4,5/5